*

Menu

Welcome, Guest. Please login or register.
Did you miss your activation email?
July 13, 2024, 12:58:19 PM

Login with username, password and session length

203 Guests, 0 Users

Author Topic: NeuroMania!  (Read 2635 times)

-Stoned Again-

  • Super Moderatore
  • Hero Member
  • *****
  • Posts: 1440
    • View Profile
NeuroMania!
« on: October 01, 2009, 04:40:02 PM »
Il 14 Ottobre prossimo nell'aula magna dell'Università Statale degli Studi di Milano:

Quote
Neuro-economia, neuro-marketing, neuro-etica, neuroestetica.
Sono solo alcune delle etichette che ogni giorno
le riviste specializzate e i quotidiani generalisti diffondo per
spiegare una nuova scoperta sulla mente umana. Una vera
e propria neuro-realtà ci viene descritta attraverso concetti
che si mischiano a numeri e a immagini tanto misteriose
quanto affascinanti.
Ma in cosa consiste questa realtà ? Come ci può aiutare
a comprendere la mente e il comportamento dell’uomo ?
Può esistere allora una scienza della mente?
E può essere utile a comprendere le nostre scelte, quelle
semplici che affrontiamo tutti i giorni, e quelle difficili,
come quelle economiche che chiamano in causa valori
oggettivi, perdite reali o reali guadagni ?
In una prospettiva, che potremmo definire riduzionista,
la scienza della mente è essenzialmente una scienza
del cervello. Secondo quest’approccio, le neuroscienze,
la fisica, la genetica e la matematica potrebbero decifrare
i meccanismi profondi del cervello e con essi spiegare
i concetti analizzati dagli psicologici, così come
dai sociologici, gli storici e gli economisti.
La scienza cognitiva rappresenta un campo disciplinare
in cui la mente umana viene analizzata da diverse
prospettive. La multi-disciplinarità rappresenta, infatti,
la condizione necessaria per la comprensione dei fenomeni
mentali e, in ultima istanza, del comportamento umano.
Ogni qual volta infatti ci chiediamo perché l’uomo attui
una certa condotta, perché in una data situazione si è
portati a fare certe scelte piuttosto che altre, ci stiamo
in realtà chiedendo come la mente umana funzioni.
Non tutti gli studiosi però si sentono a proprio agio con un
simile approccio. Infatti, analizzando solo il cervello, seppure in
modo molto sofisticato, non è semplice dare ragione della
complessità umana, della sue sfaccettature e spiegare l’ampia
variabilità della condotta umana. Condotta che, almeno a
posteriori, appare guidata anche da fattori
che risiedono al di fuori del cervello: la cultura, l’esperienza, le
relazioni interpersonali, il contesto specifico di una certa scelta.
Come possiamo spiegare, ad esempio, il comportamento
dell’uomo di fronte a quel fenomeno socio-economico
che ormai è noto come “La crisi”, partendo solo
da considerazioni cerebro-funzionali ?
Quale approccio è quindi più proficuo?
E quale integrazione è possibile in un’ottica che consideri
tanto le quotidiane scoperte sul funzionamento dei
neuroni, quanto la complessità dell’esperienza umana ?
A volte è troppo testardo e un po\' chiuso, non dice molto le sue cose, ma a me piace da morire così..mi piace tutto..

mahanimj

  • Super Moderatore
  • Hero Member
  • *****
  • Posts: 2033
    • View Profile
NeuroMania!
« Reply #1 on: October 05, 2009, 02:36:37 PM »
di solito se magna bene in ste cose :asd:
apparte questo...i nomi sono interessanti!
consiglierei di andare se mi chiedessero...
Será que ainda vai chegar o dia de se pagar até a respiração? Pela direção que o mundo está tomando eu vou viver pagando o ar de meu pulmão...

debora

  • Super Moderatore
  • Hero Member
  • *****
  • Posts: 1011
    • View Profile
NeuroMania!
« Reply #2 on: October 10, 2009, 04:22:26 PM »
mmm..interessante..qualcuno oensa di andare?

-Stoned Again-

  • Super Moderatore
  • Hero Member
  • *****
  • Posts: 1440
    • View Profile
NeuroMania!
« Reply #3 on: October 10, 2009, 07:20:43 PM »
ma io..perchè no?  :)
A volte è troppo testardo e un po\' chiuso, non dice molto le sue cose, ma a me piace da morire così..mi piace tutto..